nav-left cat-right
cat-right

Se le aziende sono pulite aumenta la produttività ...

impresa di pulizieIl lavoro ci costringe spesso alla permanenza quotidiana in spazi condivisi. La condivisione dell’ambiente con molte persone, l’utilizzo di materiali d’ufficio che necessitano di accurato smaltimento e la presenza di moquette accentuano, negli ambienti lavorativi, la necessità di rivolgersi a imprese di pulizie professionali. Grazie alle specifiche competenze dei professionisti della pulizia, infatti, gli uffici e gli stabilimenti in cui si svolgono le attività lavorative sono trattati attraverso interventi che assicurano la massima igiene dell’ambiente, a salvaguardia della salute di chi li frequenta. L’utilizzo di strumenti di pulizia all’avanguardia e le conoscenze mirate di squadre di operai specializzati permettono, inoltre, di fare fronte alle esigenze peculiari di qualsiasi spazio.
La scelta di un’impresa di pulizia altamente qualificata permetterà, quindi, di pianificare la manutenzione ordinaria e straordinaria di uffici o di abitazioni che presentino necessità particolari di intervento, garantendo la massima igienizzazione di superfici di ogni tipo e la preservazione dello stato di salute dei lavoratori.

La periodica e abituale pulizia e manutenzione degli uffici è non solo una garanzia per il benessere di chi è costretto a trascorrerci lungo tempo, ma anche un modo per regalare all’azienda un’immagine di serietà e rigore.
Quando il lavoro può svolgersi all’interno di un ambiente sicuro e perfettamente salubre, gli impiegati migliorano la propria predisposizione ad assumere un atteggiamento sereno e produttivo. Per questo, specialmente in ambienti lavorativi, assumere un’impresa di pulizie professionale diventa un’esigenza organizzativa imprescindibile. La scelta di un team esperto nella sanificazione di spazi lavorativi è un investimento a lungo termine che assicura il corretto e sicuro smaltimento di materiali speciali, la pulizia ottimale di moquette e poltrone e la corretta conservazione delle superfici, anche le più pregiate.
Grazie alla scelta di prodotti appositamente studiati per il trattamento di questa tipologia di ambiente e nel rispetto di tutte le normative ambientali, gli interventi di una squadra di operai specializzati nella pulizia garantirà performance e risultati di altissima qualità. Dalla pulizia di vetrate – anche difficili da raggiungere per chi non possieda strumenti professionali – fino alla pulizia di pavimenti e mobili dei materiali più disparati, i professionisti del pulito garantiranno spazi igienici e puliti in cui sarà possibile lavorare con serenità.

Un’impresa di pulizie composta da professionisti qualificati sarà in grado di fare fronte, con i migliori strumenti, ad ogni particolare necessità presentata dall’igienizzazione di un ambiente delicato come quello in cui si svolgono le attività lavorative. Le prestazioni fornite comprendono ogni intervento ordinario di pulizia, ma anche attività collaterali – altrettanto necessarie – che è difficile organizzare senza l’esperienza e i mezzi necessari.
E’ frequente, per esempio, in uffici di grandi dimensioni, avere la necessità di un programma rigoroso di smaltimento di consumabili (come toner e cartucce delle stampanti) che avvenga secondo tempi rigorosi. Grazie alla conoscenza di tutte le normative in merito, un’impresa di pulizia accreditata sarà in grado di far fronte al rinnovo tempestivo e al ritiro di ogni tipo di rifiuto inquinante, garantendo sempre tempi rapidi e massima sicurezza.
Altri servizi collaterali inoltre, come lo spostamento di materiali pesanti e il facchinaggio, possono essere garantiti grazie alla disponibilità – che solo i professionisti possono vantare – di attrezzature all’avanguardia appositamente pensate per questo genere di lavori pesanti.

Che si tratti di abitazioni private con particolari esigenze di igiene o di uffici e stabilimenti industriali, quindi, la scelta di un’impresa di pulizie altamente qualificata sarà di primaria importanza.
La ricerca potrà avvenire in maniera rapida e sicura sul web, sulla base delle proprie particolari necessità di pulizia potranno essere richiesti preventivi immediati e trasparenti che consentiranno di indirizzare le proprie preferenze verso soluzioni su misura e di massima efficacia.
Attraverso il sistema di ricerca rapida, l’impresa di pulizia potrà essere contattata e operare fin da subito per fornire alla vostra azienda ogni tipo di intervento di pulizia professionale di cui necessiti. Dal trattamento anti-acaro di moquette, tende e divani fino al quotidiano trattamento igienico degli uffici, i professionisti del pulito saranno un punto di riferimento per l’igiene dei vostri spazi e per la salute dei lavoratori.

L’uomo di classe e i gioielli

bracciale uomoQuando si parla di gioielli, in generale, viene automatico associare questa parola al genere femminile: sono le donne, infatti, ad amare in particolar modo collane, orecchini e braccialetti, e non è un caso che la stragrande maggioranza dei prodotti che fanno bella mostra di sé dalle vetrine dei negozi più alla moda, è alle donne che ammiccano. Tutto questo, però, non esclude che esistano gioielli anche per gli uomini e il discorso non di limita certo agli orologi, che meritano un capitolo a parte.

Risalendo all’origine dei gioielli, si può dire che questi sono nati come segno distintivo dell’autorità che, in genere, in quasi tutte le civiltà era un ruolo ricoperto dagli uomini. È da loro, quindi, che la donna comincia a conoscere i gioielli e ad apprezzare l’arte di ornarsi. Non per nulla, fino al periodo intorno al 1700, i gioielli per uomo e per donna non avevano sostanziali differenze: pietre preziose, ornamenti d’oro e d’argento, monili… tutti questi erano indifferentemente indossati dagli uomini come dalle donne, sfoggiati per mettere in risalto la vanità di sovrani così come dei nobili della coorte.
Dopo un periodo di appannamento, in cui il gioiello è diventato un particolare più prettamente femminile, da qualche anno si sta assistendo a un sostanziale ritorno dei gioielli declinati anche al maschile, e le grandi firme della moda lo confermano con molti prodotti dedicati all’uomo e specificatamente pensati per lui.

Un tempo non troppo lontano, tra i gioielli più apprezzati dagli uomini, c’era il fermacravatte: un piccolo vezzo che, abbinato all’indumento maschile per antonomasia, riusciva a conciliare il vezzo di concedersi un tocco prezioso pur mantenendo un look in tutto e per tutto maschile. Oggi il fermacravatte non è decisamente più di moda, ma il suo posto, nell’immaginario portagioie di un uomo è stato preso da bracciali di diverso tipo, i sempre attuali gemelli fino ai portachiavi.

Un ruolo molto importante, forse più che nei gioielli femminili, in cui contano pietre preziose e forma più o meno appariscente, nei gioielli maschili è tenuto dal materiale: spesso è questo a differenziare la destinazione di un gioiello: l’argento e i differenti metalli preziosi, per esempio, con le loro sfumature fredde, e il gioco lucido/satinato, sono perfetti per l’uomo giovane e sportivo, che può utilizzare bracciali e anelli anche in un contesto non troppo elegante e ricercato, mantenendo un look dinamico e giovanile. Oro bianco, oro giallo e, anche, oro rosa, sono, invece, più adatti a contesti di maggiore eleganza e ricercatezza. A questi materiali, in genere, si accompagnano linee pulite e decise, spesso squadrate, che non rischiano di scadere nella leziosità. Insomma: gioielli sì, ma senza eccessi, cercando di evitare la troppa appariscenza e preferendo mantenere linee e stili sobri.
Probabilmente anche per questo, tra i gioielli da uomo il bracciale è forse il più apprezzato. Il loro pregio è quello di essere piuttosto semplici e molto versatili, facili da indossare in occasioni eleganti così come in quelle più informali. Un bel bracciale può attirare lo sguardo se indossato con un maglietta sportiva che lascia scoperte le braccia, così come può incuriosire se si intravede attraverso il polsino di una camicia elegante. Per l’uomo che non è abituato a soffermarsi troppo a lungo sul proprio abbigliamento, il bracciale è una garanzia di “universalità”, potendo essere indossato in ogni occasione. 

Le grandi firme si sono buttate con decisione su questo versante, proponendo svariati modelli che rispecchiano le diverse personalità maschili. Un nome che nel campo dei gioielli è un’istituzione come Cartier, per esempio, ha un catalogo molto ampio di bracciali, che spaziano dalle creazioni in oro più classiche e preziose a gioielli formati da semplici cordoncini di cotone abbelliti da cerchi e altre forme sempre in oro o in ceramica, magari con dei simboli “a tema” che richiamano valori come amicizia e amore.

Un altro nome importante come Damiani, invece, ha puntato di più sull’oro bianco, il materiale che ultimamente viene più richiesto per i bracciali da uomo: moderno, virile, dall’aspetto determinato, l’oro bianco incarna i sentimenti più maschili senza però rinunciare a un tocco di eleganza che si accompagna con qualsiasi look.
Per un pubblico maschile più giovane, i marchi che fanno da riferimento sono Bliss e Comete, capaci di rivisitare in chiave moderna i gioielli più classici.
Non manca però, anche un nome come Tiffany, riferimento assoluto del settore che, per non restare in disparte, ha pensato anche all’uomo, realizzando una serie di preziosi che vanno da quelli più giovanili e dinamici ai gioielli in platino destinati ad un uomo in cerca del lusso più prestigioso

Monete da investimento quali comprare

moneta investimentoNel perdurare della crisi economica e con i mercati spesso in altalena, gli investimenti in metalli preziosi rivelano sempre più le loro caratteristiche di convenienza e bassa rischiosità. Esistono vari tipi di investimento possibili in questo settore, ma il più abbordabile e adattabile a diverse esigenze, sono le monete d’oro o argento, dette anche monete lingotto.
Le monete rappresentano una buona opportunità per entrare in questo settore, dato che ne esistono di molti tipi e diverse dimensioni, così che tutti potranno trovare quella che meglio si confà alle proprie esigenze ed all’ammontare del capitale da investire.


Come detto esistono monete coniate in molti paesi del mondo, con pesi, titoli e quindi valore differenti. Per trarre il massimo dal nostro investimento è però consigliabile limitarsi all’acquisto delle monete più comuni, che oltre ad essere maggiormente reperibili e rivendibili, hanno quotazioni più stabili e un differenziale tra domanda e offerta più basso. Vediamo quali sono le più gettonate:

Molto nota e diffusa è la sterlina d’oro, propriamente definita sovrana. Coniata fin dal 1400 e tutt’ora in produzione, ha un peso di 7,98 grammi ed un titolo di 917 millesimi. Il peso di oro puro e di 7,32 grammi. La sterlina attualmente ha un prezzo di circa 250 euro, si colloca perciò circa a metà di una ideale scala di investimenti.
Salendo in questa scale troviamo il famoso krugerrand, la moneta d’oro sudafricana. Tradizionalmente coniata in lega di oro e rame, cui deve il colore arancione, ha un titolo di 917 millesimi. La dimensione classica è quella da un’oncia di oro puro, ossia 31.1 grammi, per un peso complessivo di 33,93. Il prezzo attuale è di circa 1060 euro, un investimento quindi più consistente. Ne esistono anche versioni più piccole da un decimo, da un quarto e da mezza oncia.
Sempre allo stesso livello del krugerrand troviamo i venti dollari americani. Coniati in diverse serie, con differenti impressioni sulle facce, hanno però tutti il medesimo titolo, 900 millesimi, ed uguale peso in oro di 30,09 grammi, per un peso complessivo di 33,43 grammi. Il valore attuale è di circa 1030 euro, leggermente inferiore quindi al krugerrand. 
Infine torniamo all’estremo opposto della scala con la moneta d’oro da investimento più diffusa nel nostro paese, il marengo. Ne esistono sia coniati in Italia che in Francia, originariamente per celebrare la vittoria di Napoleone Bonaparte nell’omonima battaglia. Hanno un titolo di 900 millesimi per un peso in oro di 5,8 grammi, a fronte di un peso totale di 6,45 grammi. La quotazione attuale dei marenghi si aggira intorno ai 200 euro. Rappresentano perciò un ottimo entry level nel mondo delle monete da investimento.

Anche le monete d’argento possono rappresentare un buon investimento, ed il loro prezzo ovviamente più basso le rende adatte anche a chi non ha molti soldi da impegnare.
Ne esistono di coniate in diversi paesi come Canada, Stati Uniti, Gran Bretagna, Cina eccetera. Il taglio classico è quello da un’oncia di argento puro a 999 millesimi. I prezzi sono abbastanza simili per tutte, e attualmente sono intorno ai 20 euro.
L’argento non gode però dei vantaggi fiscali riservati all’oro da investimento, ed è sottoposto ad un’Iva del 19%, mentre l’oro puro, e le monete da investimento sono considerate tali, è esente Iva.

Quando acquistiamo una moneta da investimento, dobbiamo tenere conto non solo del valore del peso d’oro contenuto, ma anche dell’eventuale valore numismatico. Questo in alcuni casi può essere percentualmente superiore a quello dell’oro, nel caso di monete antiche oppure rare, ma può anche azzerarsi nel caso di monete deteriorate. In generale però sarà sufficiente affidarsi ad un banco metalli di provata fama, che per le monete di più ampia circolazione garantiscono l’acquisto e l’ottimo stato di conservazione, il certificato o addirittura il fior di conio. In questo settore la fiducia dei clienti viene guadagnata con anni di presenza sul mercato, quindi non è consigliabile acquistare monete di un certo valore da venditori improvvisati su siti di aste online. E’ difficile infatti valutare lo stato di conservazione da una foto, specialmente per i non professionisti. Inoltre dando uno sguardo ai siti di aste, scopriremo che non ci sono poi offerte così allettanti da farci comunque decidere di correre il rischio.

Gli uffici e i rifiuti differenziati, come gestirl...

puliziaMolto importante nella scelta di una impresa di pulizie per il proprio ufficio considerare fra i vari aspetti anche la preparazione e la specializzazione del personale che vi opera. Oltre all’aspetto economico è molto importante valutare la serietà e riservatezza (in ufficio possono venire a conoscenza di informazioni e documenti riservati), oltre che la adeguata preparazione nello smaltimento di rifiuti speciali.

Anche se la maggior parte dei rifiuti prodotti all’interno di un ufficio sono materiale cartaceo infatti possono insorgere saltuariamente necessità di far smaltire altri tipi di materiale come ad esempio il toner delle fotocopiatrici e delle stampanti. Questi prodotti non possono essere smaltiti con i rifiuti urbani ma devono essere raccolti e trasportati all’interno di speciali contenitori tipo Eco-box muniti di coperchio e sigillo per evitare la dispersione di polveri e inchiostro. Questo è quanto dispone il Decreto Legislativo 152/06 che, con un particolare occhio di riguardo all’ambiente ha predisposto la possibilità di rigenerare cartucce da quelle vecchie ed esauste riducendo così il consumo di petrolio. Lo stoccaggio di questi prodotti deve però avvenire al riparo da luce ed eccessivi sbalzi di temperatura e in luoghi non sottoposti all’azione degli agenti atmosferici. Poter disporre di una impresa di manutenzione e pulizie di fiducia per i propri uffici significa essere tranquilli che lo smaltimento dei propri rifiuti speciali avvenga in maniera corretta.

Sul web è possibile trovare alcune aziende ma non tutte rispondono a questi particolari requisiti, per fortuna esistono imprese di pulizia che operano da oltre venti anni che offrono soluzioni personalizzate per la pulizia di uffici, che comprendono oltre alla pulizia ordinaria e allo smaltimento dei toner e dei rifiuti cartacea anche una particolare attenzione all’igienizzazione dei condizionatori e alla pulizia dei tendaggi, oltre che al lavaggio e disinfezione di moquette e poltrone.
Mantenere pulito ed igienizzato il condizionatore del proprio ufficio significa garantire una maggiore durata all’apparecchio, ottimizzare il funzionamento ed evitare l’insorgere di fastidiose e pericolose allergie dovute alla minore salubrità dell’aria emessa dall’apparecchio. Sono tre ottimi motivi per scegliere una impresa di pulizie che possa garantire che questo servizio venga svolto con professionalità, efficienza e regolarità. Una perfetta manutenzione e una regolare pulizia dei filtri dell’impianto di condizionamento e riscaldamento è in grado inoltre di offrire una migliore qualità dell’aria sia a voi che alle persone che lavorano e frequentano il vostro ufficio, quindi migliori condizioni di salute anche per il vostro personale dipendente che trascorre in ufficio la maggior parte del proprio tempo. Tutto questo si trasforma in un beneficio economico anche per voi, in quanto saranno minori le assenze dovute a malattie e problemi causati da un cattivo ricambio di aria.

Anche la pulizia dei tendaggi, della moquette e delle poltrone rivestono un ruolo fondamentale per questa particolare situazione, in quanto una corretta ed adeguata pulizia e sanificazione permettono di mantenere sempre pulita l’aria all’interno dei propri uffici eliminando polvere ed allergeni che possono facilmente depositarsi sui tessuti.

Sono tutti servizi che le imprese più all’avanguardia sono in grado di svolgere con regolarità e che offrono da anni ai propri clienti a prezzi particolarmente competitivi grazie alla continua ricerca delle più moderne tecnologie strumentali e organizzative. La professionalità elevata e l’esperienza del proprio personale, costantemente seguito e coordinato dai propri responsabili, la disponibilità ad effettuare pulizie straordinarie, l’orario di lavoro che permetta di eseguire tutte le operazioni di pulizia nei momenti in cui l’ufficio non è aperto al pubblico, gli appalti già in corso d’opera e la precedente esperienza maturata con analoghi incarichi unita alla soddisfazione dei propri clienti, sono tutti fattori determinanti per chi deve effettuare la scelta di un’impresa di pulizie che sappia offrire una elevata qualità di servizi ad un prezzo di mercato.

Le migliori imprese fanno della soddisfazione del cliente il proprio maggior punto di forza, questa è la migliore forma di pubblicità, in una grande città come Roma è possibile trovare aziende serie che garantiscono la massima professionalità e serietà nei servizi svolti. Se siete alla ricerca di un impresa di pulizie per il vostro ufficio provate a farvi fare un preventivo gratuito dalle varie imprese presenti sul web, alcune forniscono gratuitamente un preventivo personalizzato realizzato in base alle vostre esigenze e potrete valutare e decidere senza alcun impegno.

Antiquariato, come recuperare i mobili e gli ogget...

restauroChi decide di restaurare un mobile oppure un oggetto, sceglie di far rinascere in essi un importante processo vitale. L’importanza di questa pratica, non risiede solamente nella possibilità di rendere l’oggetto nuovamente utilizzabile, ma espande i suoi confini ad una concezione etica e sostenibile della vita di ogni giorno.

Antiquariato, perché conservare oggetti e mobili?

L’antiquariato chiede di essere considerato come una branchia dell’arte, in quanto esso si occupa di valorizzare e di commercializzare elementi che possiedono una certa datazione storica. L’antiquariato porta con se tante affascinanti sfumature, in quanto ogni singolo elemento viene studiato ed inserito in un particolare periodo storico e in una determinata regione geografica. La forza di questa pratica, acquista un significato profondo quando viene sottoposta ad una lettura sociale dell’elemento in questione. Spesso, dei particolari oggetti hanno accompagnato la vita di un popolo, ne hanno scandito le opere quotidiane e ne hanno abbellito le dimore. Dipinti, mobili e tessuti, hanno scritto la storia di determinate persone, accompagnandole durante la loro esistenza. Soprattutto nei casi di elementi pregiati, si può quindi comprendere l’importanza di determinate tecniche di produzione e la bellezza dei risultati estetici che ne sono scaturiti. La bravura dell’antiquario, risiede quindi nel capire gli allacci con gli avvenimenti storici, ovvero il perché della presenza e delle caratteristiche di un determinato oggetto. Se questo fattore può essere chiaro in elementi legati alla vita comune, esso diventa affascinante e misterioso nel caso dei dipinti, di opere d’arte e di elementi di natura particolare. Ecco perchè l’antiquario approfondisce ogni aspetto dell’elemento che sta analizzando, diffondendolo alle persone che desiderano recuperarne il valore e inserirlo nel proprio ambiente domestico o lavorativo.

Come recuperare i mobili e gli oggetti antichi?

L’antiquariato guarda alla figura del restauratore, come persona che sa riportare a nuova vita gli oggetti che gli vengono affidati. Come l’antiquario, anche il restauratore deve infatti prefiggersi di compiere un vero e proprio ‘viaggio nel tempo’. Conoscere la provenienza storica e geografica degli elementi affidati, diventa infatti indispensabile per comprendere i materiali usati nella costruzione e le relative tecniche di lavoro. Ecco che, in fase di restauro, le azioni devo rifarsi alle antiche tecniche, riproponendo il più possibile la fedeltà nei materiali. La bravura di un restauratore professionista, risiede quindi nella sua preparazione, risultato di studi specifici nel settore. Molti sono i restauratori che hanno imparato il mestiere dai loro genitori o dai loro nonni e che hanno deciso di perpetuare la professione nel corso del tempo. Gli studi del settore sono molto impegnativi, in quanto chiedono di disporre di una preparazione storica, culturale e umanistica molto elevata. Non basta, infatti, comprendere la tipologia del materiale, ma è indispensabile comprendere perché esso sia stato scelto rispetto ad altri per dare vita all’elemento. Probabilmente, questo aspetto del restauro è il più complesso da realizzare, in quanto implica la conoscenza della storia e della moltitudine di eventi che si sono succeduti nel corso del tempo. Il restauratore, deve inoltre conoscere ogni tipologia di materiale, dai metalli ai legni, fino alle carte e ai tessili. Ogni materiale, è stato infatti trattato con determinati prodotti, spesso derivanti da processi naturali. Dall’impiego di tinte presenti in natura, fino alla forgiatura di metalli estratti dalle miniere, l’uomo ha saputo impiegare i doni della terra, adattandoli alle sue esigenze abitative e lavorative. Sotto questo punto di vista, è importante ricordare che molti dei materiali usati nel corso del tempo, si sono persi e non possono essere riproposti nel presente. Ecco che un ottimo restauratore, sa in questo caso ricercare dei materiali alternativi, i quali possono fare rivivere l’oggetto grazie alla loro compatibilità con i materiali originali.

Quando si deve preferire un restauro etico funzionale?

lampada restaurataIl restauro etico funzionale, mira a riportare in vita la funzionalità degli oggetti antichi quando essi si presentano inevitabilmente danneggiati. Molti apparecchi mostrano, infatti, una tecnologia difficilmente applicabile nel nostro presente. Un esempio intuitivo, può essere rappresentato dalle splendide lampade ad olio. Chi le possiede e sceglie di restaurale, deve purtroppo fare i conti con un meccanismo di accensione poco comodo e decisamente pericoloso per i tempi moderni. Impiegare una serie di lampade ad olio per la propria abitazione, può essere considerata come una scelta fuori dagli schemi, adatta forse ad un castello oppure ad una dimora decisamente originale. Per ritornare alla realtà di tutti i giorni, la lampada con funzionamento ad olio chiede quindi di ricercare una sorgente luminosa alternativa, la quale ovviamente è rappresentata dalle lampadine. L’oggetto in questione subisce, in questo caso, una trasformazione decisamente radicale. Essa deve però essere intesa come funzionale, in quanto permette all’oggetto di ritornare in vita e di svolgere il compito per il quale è stato progettato. L’alternativa al cambiamento della sorgente luminosa, risiede nel restauro d’arte, ovvero in un restauro che può solamente determinare l’aspetto esterno dell’elemento. In questo caso, la lampada ad olio rimane tale, splendida nella sua estetica, ma assolutamente inutilizzabile sotto un punto di vista pratico. La scelta finale, spetta ovviamente a chi possiede l’oggetto, ma considerare la possibilità di un restauro etico e funzionale, può aprire gli orizzonti di un arredo personale, abile nello scavalcare i confini dell’estetica per porsi al servizio degli abitanti della casa.

Restaurare per arredare: quando lo stile diventa unico

Scegliere di restaurare il proprio mobilio, significa mettere in atto una scelta stilistica molto intensa e personale. Oltre all’immenso valore affettivo che certi elementi portano con se, il valore di un mobile restaurato chiede di essere letto sotto il punto di vista di un inserimento nell’arredo della casa. Se, ad esempio, si entra in possesso di un baule realizzato in legno, esso può essere inteso come un delicato alloggio per la biancheria. Anche in questo caso, il restauro chiede di essere artistico ma al contempo funzionale. La parte esterna dell’elemento deve essere recuperata e restaurata secondo le accurate tecniche d’arte ma, vista la nuova destinazione dell’elemento, esso può richiedere una definizione interna più specifica. Molti elementi d’arredo dedicati alla cura della biancheria, vengono infatti foderati con speciali carte, le quali si adoperano per proteggere i capi dal contatto con il legno. Raramente le carte antiche possono essere recuperate, per cui si chiede all’oggetto di ospitare degli elementi cartacei contemporanei. Anche in questo caso, la loro funzione scavalca i confini dell’estetica e si pone al servizio dell’arredo attuale.
Chi sceglie di arredare la propria casa con mobili restaurati, può contare su elementi unici. Le forme del passato, i materiali ricercati e le raffinate tecniche di lavorazione, si traducono in un arredo dallo stile originale, intenso e assolutamente unico. L’energia della casa, può trarre inoltre un grande beneficio dalla presenza di mobili e oggetti restaurati, in quanto essi portano con loro la storia che hanno vissuto e le vicende di cui si sono resi protagonisti. Chi possiede un’ampia creatività, può giocare con un arredo sapientemente mescolato, dove ai migliori elementi restaurati si associano mobili ed oggetti di derivazione contemporanea. Il risultato può essere sorprendente e scenografico, soprattutto se gli elementi hanno avuto il piacere di ottenere un restauro rigoroso e coerente. Affascinante e ricco di sfumature, il mondo del restauro può riservare mille sorprese, accompagnando chi desidera recuperare gli elementi in un viaggio ricco di avventurose scoperte.